Vai al contenuto principale

Il Laboratorio Informatico dei Dipartimenti Umanistici – LIDU

 

Direttrice LIDU: Prof.ssa Floriana Falcinelli

Responsabile Tecnico: Dr. Massimo Cimichella

 

 Il Laboratorio Informatico dei Dipartimenti Umanistici – LIDU (già Laboratorio di Informatica delle Facoltà Umanistiche - LIFU), fortemente voluto nei primi anni 2000 dal Prof. Livio Rossetti, sin dal momento della sua istituzione è luogo di ricerca sull’uso delle tecnologie a supporto della didattica e di attività didattica dei docenti e di tutor per esercitazioni guidate o aperto al libero accesso degli studenti dei Dipartimenti di Lettere-Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne e Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, ai quali afferisce.

Fin dalla sua istituzione nei suoi locali in Via del Verzaro n. 59 si svolge una cospicua attività didattica a favore degli studenti dei due Dipartimenti che frequentano insegnamenti che possano trarre vantaggio dall’uso del computer ed analoghe attività di laboratorio, per un afflusso stimato di circa un migliaio di studenti l’anno.

Inoltre, numerosi studenti usufruiscono del LIDU per svolgere attività legate alle tesi di laurea, a esercitazioni, alla realizzazioni di lavori di gruppo e di ricerche e all’uso della Rete (uso di programmi o di particolare hardware in dotazione al LIDU, consultazione di materiali in formato elettronico e così via), durante tutto l’arco della settimana.

Le attività svolte sono regolate dallo Statuto del LIDU, approvato inizialmente come LIFU dai due Consigli di Facoltà di afferenza nel 2002 e successivamente aggiornato nel 2014, con relativa approvazione dei relativi Consigli dei due Dipartimenti.

Il Laboratorio è impegnato nei seguenti progetti di rilievo scientifico e formativo:

  1. attività di supporto alla piattaforma Uni-Studium Moodle per la realizzazione di attività di blended e-learning del nostro Ateneo;
  2. Esercitazioni su LIM – Lavagna Interattiva Multimediale, per sperimentazione per le attività didattiche e la valutazione come strumento e-learning;
  3. Uso della postazione per non vedenti con scanner con OCR e tastiera Braille, che è stata più volte utilizzata dai portatori di handicap visivo, sia per fini di ricerca che per lo svolgimento di esami.
  4. Erogazione di tutorati e test per il conseguimento di idoneità nel settore informatico. In questo senso, il Consiglio di Facoltà della Facoltà di Lettere e Filosofia ha deliberato in data 9/12/2009 che, per quanto concerne l’offerta formativa 2010/2011, l’Informatica non debba più essere impartita come insegnamento, bensì debba essere oggetto di formazione in Laboratorio, con il conseguimento di idoneità, per tutti gli studenti iscritti alla Facoltà.
  5. Svolgimento del Progetto Europeo ITELab, ITELab (Initial Teachers Education Lab) 575828-EPP-1-2016-1-BEEPPKA2-KA, co-finanziato dal Programma Erasmus+ della Commissione Europea.

Sede e orari

 

Vai a inizio pagina
Sommario